News

6 Giugno 2018

SanitÓ: 7 milioni di italiani indebitati

Vola la spesa per la sanitÓ privata: 7 milioni di italiani indebitati per pagarsi le cure

Ci vorrebbe il medico della mutua quello che ci raccontava Alberto Sordi perchè gli italiani spendono e si indebitano come non mai nella storia per curarsi.

Sono 7 milioni  gli italiani che si indebitano per curarsi a riverlarlo uno studio del Censis realizzato in collaborazione con un'assicurazione sanitaria. Quest'anno si sfiorerà il record di 40 miliardi: per gli i lavoratori dipendenti tutta la tredicesima va in cure mediche.

Nel nostro bel paese non si è mai raggiunta una simile cifra spesa in cure e medicine ovvero circa 40 miliardi di euro contro i 37.3 dello scorso anno.  

Nel periodo 2013-2017 è aumentata del 9,6% in termini reali, molto più dei consumi complessivi (+5,3%). Il rapporto Censis-Rbm Assicurazione Salute presentato oggi al "Welfare Day 2018" stima che nell'ultimo anno 44 milioni di italiani hanno speso soldi di tasca propria per pagare prestazioni sanitarie.

E la spesa sanitaria privata incide soprattutto sul budget delle famiglie più deboli: tra il  2014 e il 2016 i consumi delle famiglie operaie sono rimasti quasi fermi (+0,1%), ma le loro spese sanitarie sono aumentate del 6,4%: nell'ultimo anno, l'aumento è stato di 86 euro in più a famiglia. Per gli imprenditori c'è stato invece un forte incremento dei consumi (+6%) e una crescita inferiore della spesa sanitaria privata (+4,5%: in media 80 euro in più nell'ultimo anno).

 

Per gli operai l'intera tredicesima se ne va per pagare cure sanitarie familiari: quasi 1.100 euro all'anno. Per 7 famiglie a basso reddito su 10 la spesa privata per la salute incide pesantemente sulle risorse familiari. E c'è chi si indebita per pagare la sanità. Nell'ultimo anno, per pagare le spese per la salute 7 milioni di italiani si sono indebitati e 2,8 milioni hanno dovuto usare il ricavato della vendita di una casa o svincolare risparmi.

Secondo il rapporto, 12 milioni di italiani hanno saltato le lunghe liste d'attesa nel pubblico grazie a conoscenze e raccomandazioni. Il  Servizio sanitario non piace e non funziona tanto da far provare sentimento di rabbia  nel  38% degli italiani, quasi 4 su 10. Sono soprattutto pazienti con redditi bassi (43,3%) e residenti al Sud (45,5%). Il 54,7% degli italiani - stimando il campione - è convinto che le opportunità di diagnosi e cura non siano uguali per tutti.